mostre vini in provincia di treviso
distanziatorea HOME distanziatores DOVE DORMIRE A TREVISO distanziatored RISTORANTI distanziatoref NEWSLETTER distanziatoreg PIANTA DELLA CITTÀ distanziatoreh IMMAGINI DI TREVISO distanziatorej E . V. distanziatorek english version distanziatorel
 
COME ARRIVARE
pdistanziatore
MUSEI DI TREVISO
zdistanziatore
EDIFICI STORICI
xdistanziatore
MURA E PORTE
cdistanziatore
STORIA DI TREVISO
vdistanziatore
CHIESE
bdistanziatore
UNIVERSITÀ
bdistanziatore
EVENTI A TREVISO
ndistanziatore
HOTELS, ALBERGHI
ndistanziatore
ENOTECHE
mdistanziatore

adistanziatore  

MOSTRA “LA MODERNITÀ DEL PAESAGGIO” DI TEODORO WOLF FERRARI

Dal 2 febbraio al 24 giugno 2018
 
Con la mostra “La modernità del paesaggio” dedicata a Teodoro Wolf Ferrari, Palazzo Sarcinelli si conferma ancora una volta importate location per esposizioni artistiche di pittori trevigiani e veneti non solo legati al Rinascimento. corsa sole donne msotra la modernità del paesaggio di teodoro wolf ferrari a conegliano
 
La mostra su Teodoro Wolf Ferrari a Conegliano rappresenta un’occasione unica per conoscere uno dei pittori veneti del XIX e XX secolo meno noti attraverso un sessantina di opere esposte per la prima volta e costituite, per la gran parte, da vetrate, acquarelli, studi per cartoline, dipinti e pannelli decorativi.
 
La mostra, curata da Franca Lugato e Giandomenico Romanelli, è stata realizzata grazie alla collaborazione tra Civita Tre Venezie e l’Amministrazione Comunale di Conegliano.
 
Ciò che caratterizza la pittura di Teodoro Wolf Ferrari è la raffigurazione del paesaggio nella quale si trovato precisi riferimenti alle colline dell’Asolano e del Coneglianese fino al massiccio del Monte Grappa, tutti luoghi nel quali il pittore amava passeggiare; tratti del paesaggio dove sembrano nascondersi anche le inquietudini dell’artista veneziano.
   
Per tanti aspetti Teodoro Wolf Ferrari può essere considerato un precursore della sua epoca.
La sua permanenza nel capoluogo della Baviera gli ha consentito di venire a contatto con altri artisti e diverse tecniche pittoriche che in seguito ha riportato e diffuso in patria come principi e fondamenta sui quali hanno preso vita le secessioni europee del primi del ‘900.
teodoro wolf ferrari in baviera
 
La cultura mitteleuropea assimilata da Teodoro Wolf Ferrari si riflette in seguito nei suoi quadri e può essere percepita chiaramente nella mostra “La modernità del paesaggio”.
L’artista partecipò in più occasioni alle mostre della Biennale di Venezia e agli eventi espositivi della Secessione Romana.
     
Tra gli aspetti che il visitatore potrà notare nella mostra a Palazzo Sarcinelli vi è quello legato al tema della “tempesta”.   quadro bufera di teodoro wolf ferrari conegliano
   
Il pittore venne a contatto con altri artisti del XIX secolo del calibro di Mario De Maria, Ugo Valeri, Otto Vermehren, Gino Rossi e Mariano Fortuny e questo ne aiuta a comprenderne l’arte pittorica, il filo conduttore della sua produzione artistica e le influenze pittoriche ricevute.  
   
In età avanzata, trascorse lunghi periodi di soggiorno a San Zenone degli Ezzelini (TV), luogo dove amava dipingere e dove si spense nel 1945. Visitare la mostra “La modernità del paesaggio” a Conegliano significa scoprire uno dei più importanti rappresentati della pittura di inizio ‘900, uno sperimentatore ed interprete dell’arte del nord Europa, meno noto al grande pubblico, ma di notevole rilevanza per la storia dell’arte.  
 
 

INFORMAZIONI SULLA MOSTRA “LA MODERNITÀ DEL PAESAGGIO

La mostra “La modernità del paesaggio” sarà visitabile dal 2 febbraio al 24 giugno 2018 a Palazzo Sarcinelli a Conegliano nei seguenti orari:

- da martedì a venerdì: dalle 9.00 alle 18:00;

- sabato e domenica 10:00 – 10:00;

- Lunedì chiuso

Biglietti della mostra:
- Intero € 11,00
- Ridotto € 8,50: studenti, adulti over 60 anni, convenzioni,
- Ridotto € 7,00 euro: gruppi da 10 a 25 persone
- Ridotto scuole € 4,00
- Per prenotazioni chiamare: +39 0438 1932123 - diritto di prenotazione € 1,50

 

  informazioni sulla mostra la modernità del paesaggio a conegliano
   
     

CICLO DI APPUNTAMENTI DENTRO E FUORI MOSTRA

   
Venerdì 13 aprile ore 17 presso Fondazione Benetton, Treviso   conversazione con i curatori della mostra la modernità del paesaggio e eugenio manzato
 
Prosegue il Ciclo di appuntamenti DENTRO e FUORI mostra previsto in occasione della rassegna Teodoro Wolf Ferrari. La modernità del paesaggio, dedicata al pittore veneziano che ha saputo cantare la bellezza del paesaggio negli anni cruciali delle avanguardie artistiche tra fine ‘800 e inizio ‘900, in corso al Palazzo Sarcinelli di Conegliano fino al 24 giugno 2018.
 
Venerdì 13 aprile alle ore 17 si tiene presso la Fondazione Benetton di Treviso una conversazione (ad ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili) con i curatori Giandomenico Romanelli e Franca Lugato insieme a Eugenio Manzato, già direttore dei Musei civici di Treviso. Un'occasione per approfondire la figura straordinaria di questo "poeta del paesaggio", che ha trasferito gli stimoli migliori della cultura secessionista a Venezia, animata in quegli anni dalle esperienze fondamentali della Biennale e di Ca’ Pesaro.
 
L'incontro alla Fondazione Benetton si arricchirà della presentazione delle immagini delle opere esposte nella mostra coneglianese, ripercorrendo tutti gli stili e i riferimenti del pittore: il rapporto con i maestri veneti del paesaggio come Ciardi e Fragiacomo; la fantasiosa e inquietante simbologia böckliniana; il sintetismo di Pont-Aven attraverso il dialogo con l’ambiente di Ca’ Pesaro (in particolare con Gino Rossi e Ugo Valeri); la componente secessionista e più marcatamente klimtiana.
     
     

CICLO DI APPUNTAMENTI SULLA MOSTRA DI TEODORO WOLF FERRARI

Ciclo di appuntamenti DENTRO e FUORI mostra
Aperitivi ad arte Una passeggiata in mostra alla scoperta del paesaggio di Wolf Ferrari e degustazione con Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore.
Conversazioni e approfondimenti al Centro Culturale Candiani di Mestre, al Museo civico di Bassano, alla Fondazione Benetton di Treviso.
  ciclo di appuntamenti sulla mostra di teodoro wolf ferrari
   
Un ciclo di appuntamenti DENTRO e FUORI mostra è previsto in occasione della rassegna Teodoro Wolf Ferrari.
La modernità del paesaggio, dedicata al pittore veneziano che ha saputo cantare la bellezza del paesaggio negli anni cruciali delle avanguardie artistiche tra fine ‘800 e inizio ‘900, in corso al Palazzo Sarcinelli di Conegliano fino al 24 giugno 2018.
 
     
Si comincia sabato 24 febbraio 2018 con gli Aperitivi ad arte, un’iniziativa che, al costo eccezionalmente ridotto di € 8,50 e solo su prenotazione, unisce il racconto del percorso espositivo alla degustazione del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore.    aperitivi ad arte alla mostra la modernità del paesaggio di teodoro wolf ferrari
   
Ogni mezz’ora, dalle ore 17 alle 19, tutti i visitatori potranno partecipare a una passeggiata in mostra che, grazie alla collaborazione dell’Associazione Aregoladarte e Astarte, permette di approfondire la vicenda artistica di Wolf Ferrari, ripercorrendo le sette sezioni in cui si articola l’esposizione.
In questa occasione sarà inoltre proposta la degustazione con sommelier del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore (sempre inclusa nel biglietto speciale di € 8,50), resa possibile grazie alla preziosa collaborazione del Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, tra le eccellenze nazionali presenti sul territorio.
Un’immersione nell’arte e nel gusto alla riscoperta dei paesaggi che suscitano la nostra memoria collettiva e le nostre emozioni.
 
     
I prossimi appuntamenti si tengono, sempre di sabato dalle 17 alle 19, il 10 e 24 marzo.
La prenotazione è obbligatoria e si effettua mandando un’email a bookshop.sarcinelli@gmail.com o chiamando il numero +39 0438 413520.
  ciclo di conversazioni con giandomenico romanelli
   
Prosegue, inoltre, il Ciclo di conversazioni e approfondimenti fuori mostra con il curatore Giandomenico Romanelli, tutti rigorosamente gratuiti e nel corso dei quali verrà offerto ai partecipanti un biglietto ridotto per visitare la mostra. Segnate in agenda:
- venerdì 2 marzo alle ore 17: Centro Candiani di Mestre insieme all’Associazione Amici delle Arti di Mestre e della Terraferma;
- giovedì 8 marzo alle ore 17.30: Museo civico di Bassano con la direttrice Chiara Casarin;
- venerdì 13 aprile alle ore 17: Fondazione Benetton di Treviso con Eugenio Manzato, già direttore dei Musei civici di Treviso.
 
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
.
DOWNLOAD COMUNICATI STAMPA SU TEODORO WOLF FERRARI A CONEGLIANO