mostre vini in provincia di treviso
distanziatorea HOME distanziatores DOVE DORMIRE A TREVISO distanziatored RISTORANTI distanziatoref NEWSLETTER distanziatoreg PIANTA DELLA CITTÀ distanziatoreh IMMAGINI DI TREVISO distanziatorej E . V. distanziatorek english version distanziatorel
 
COME ARRIVARE
pdistanziatore
MUSEI DI TREVISO
zdistanziatore
EDIFICI STORICI
xdistanziatore
MURA E PORTE
cdistanziatore
STORIA DI TREVISO
vdistanziatore
CHIESE
bdistanziatore
UNIVERSITÀ
bdistanziatore
EVENTI A TREVISO
ndistanziatore
HOTELS, ALBERGHI
ndistanziatore
ENOTECHE
mdistanziatore

adistanziatore  
 

POETI A TREVISO: LAURA CHIARINA

Laura Chiarina, uno dei poeti a Treviso più giovani professionalmente parlando, è nata nel '53 a Treviso, da papà catanese e mamma trevigiana; compie studi tecnici, sognando invece gli studi classici.
Poi lavora come impiegata ed in seguito preferisce affrontare altre occupazioni più consone alla sua indole creativa.
poeti trevigiani biografia laura chiarina
 
Sposata senza figli, si allontana da Treviso negli anni dal 1996 al 2009, mantenendo sempre la passione per la scrittura: da giovane, nella forma consueta del diario personale o del breve racconto biografico.
 
Appassionata di lettura tra cui i filosofi come Socrate, Platone e Kant, nella piena maturità Laura Chiarina si avvicina alla poesia, sentendosi chiamata dalla stessa; ama profondamente Ungaretti che predilige su tutti come anche altri poeti a Treviso.
 
Si appassiona anche ai versi scritti da Eugenio Montale, piuttosto che da Pier Paolo Pasolini o da Emily Dickinson. Della poetessa polacca Wislawa Szymborska ama l’uso di espedienti retorici come l’ironia, per non parlare delle opere di Valerio Magrelli.
 
Per quanto riguarda la produzione poetica di Laura Chiarina sono più le poesie cestinate, rispetto a quelle salvate, tutte comunque sopravvivono dentro sedimentandosi.
 
 
 
Laura Chiarina sente che il suo viaggio si sta compiendo al contrario: dalla superficie (L'arcobaleno nel calamaio) al profondo, con "Le vele di Penelope" e avverte di essere a tre quarti del percorso, riconoscendosi nelle poesie inedite e in quelle non ancora nate su carta.   l'arcobaleno nel calamaio
 
Negli anni recenti Laura Chiarina si avvicina al mondo virtuale: crea un profilo Facebook, e frequenta unicamente contatti e pagine letterarie conoscendo alcuni poeti di Treviso.
È in questo contesto che è avvicinata da Silvia Denti (che conosceva come poeta) giornalista e titolare della casa editrice Divinafollia di Caravaggio - Bergamo.
 
Esce una prima raccolta "L'Arcobaleno nel calamaio" di Laura Chiarina, definito dalla stessa autrice come il primo superficiale balbettio.
Il resto è storia recente.
Nasce la fattiva collaborazione con Divinafollia Edizioni e, a fine anno 2013, viene data alle stampe la seconda raccolta di Laura Chiarina: "Le vele di Penelope".
 
Alla soglia dei 60 anni la poetessa trevigiana si sente seduta su una pietra miliare, l’ennesima.
È tempo di fermarsi per poi riprendere il viaggio, un viaggio alla ricerca di quella parte di sé che spera di trovare attraverso lo scrivere.
 
 
 
 

PUBBLICAZIONI DI LAURA CHIARINA

 
"L'Arcobaleno nel calamaio", edizioni REI (Rifreddo), 2012   le vele di penelope
 

Poesia Impura, Antologia Poetica”, AAVV. Edizioni Divinafollia, 2013

 

Le vele di Penelope”, Edizioni Divinafollia, 2013

 
Le pubblicazioni di Laura Chiarina sono disponibili anche presso la Libreria Canova a Treviso, in Piazzetta Lombardi, 1.
 
 

CONTATTI

Laura Chiarina può essere contattata per
 
- telefono: 340 3740080
 
- e-mail: laura.chiarina2323@gmail.com
 
oppure tramite il suo profilo Facebook:
https://www.facebook.com/laura.chiarina
 
 
 
 

NUOVA RACCOLTA DI LAURA CHIARINA: NUVOLE DALLE BRACCIA

Dalla Prefazione di Silvia Denti: "Le poesie non si scrivono, si vivono. Soprattutto. Non si cammina nelle nuvole, sulle nuvole, dentro.
Ci si immagina di attraversarle, lo si fa con gli aerei, ma i pensieri restano a terra nudi. Avvolti in fusioni bianche tutte loro.
  raccolta poesie laura chiarina nuvole dalle braccia
 
Però, come Penelope con le sue vele, o l'arcobaleno dentro un calamaio, anche le braccia stringono nuvole in questa poetica".
È questa l’introduzione alla terza raccolta, NUVOLE DALLE BRACCIA, che vuole essere il raggiungimento di un cerchio ancora aperto (che mai si chiuderà) tra il relativismo microcosmico dell'essere umano e l'assoluto macrocosmo del tutto..." .
 
Così Laura Chiarina chiude la raccolta: "Il poeta non racconta. Forse lancia una manciata di semi, non sa nemmeno perché.
Poi qualcuno gli si avvicina con le braccia cariche di fiori e frutti... solo allora capisce."
 
La raccolta di poesie “Nuvole dalle braccia” di Laura Chiarina è edita da DivinaFollia edizioni ed è reperibile on line presso il sito IBS.it oppure presso la Casa Editrice DivinaFollia e, per fine maggio 2015, sarà disponibile anche presso la Libreria Canova a Treviso.
Il catalogo attraverso DB (distributore) è presente nelle Librerie Feltrinelli: http://www.directbook.it/libri.php?id=49
 
 

INCONTRI CON LA POETESSA LAURA CHIARINA A TREVISO

 

LAURA CHIARINA ALLA MOSTRA FOTOGRAFICA "OBLIVION, IL BORGO FANTASMA"

Dal 15 al 29 ottobre 2017   mostra oblivion il borgo fantasma ad arsie belluno
   
Laura Chiarina sarà presente all'inaugurazione della mostra fotografica "Oblivion, il borgo fantasma" di Massimo Zanetti che si terrà dal 15 al 29 ottobre presso la sala consiliare del Municipio di Arsiè (BL) in Piazza Gugliemo Marconi, 1.  
   
L'inaugurazione della mostra fotografica si svolgerà domenica 15 ottobre 2017, alle ore 15.00.
Laura Chiarina interverrà nella conferenza stampa di presentazione assieme al dott. Alessandro Fort.
 
   
Durante la cerimonia di inaugurazione, verranno letti da Patrizia Ferraro, alcuni passaggi del libro che sta nascendo dalla penna di Alessandro Fort e che sarà editato da Divinafollia Edizioni.  
   

Il fotografo Massimo Zanetti sarà presente alla mostra nei giorni di domenica 15 ottobre, sabato 21 e domenica 29 ottobre 2017.
La mostra "oblivion, il borgo fantasma" sarà aperta al pubblico:

- giovedì 19 e 26 ottobre 2017: dalle 9:00 alle 12:00;

- sabato 21 e 28 ottobre 2017: dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18;

- domenica 22 e 29 ottobre 2017: dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.

 
     
Questo appuntamento rappresenta un’occasione imperdibile per scoprire un borgo dimenticato nelle Prealpi Bellunesi, situato nella Val Carazzagno nei pressi del Lago di Corlo che ebbe il suo massimo sviluppo tra la fine del XIX secolo ed i primi anni di quello successivo.
Poi le dure condizioni di vita, l’isolamento e l’emigrazione verso Paesi più ricchi hanno progressivamente allontanato le persone da questa valle.
 
   
Oggi lo spettacolo che appare a chi giunge a piedi dopo aver percorso la difficile strada è quello di un pugno di case oramai da tempo abbandonate, dove la natura si sta riappropriando dei suoi spazi.
Dalle foto di Massimo Zanetti si percepiscono ancora alcuni segni della quotidianità e le dure condizioni di vita delle persone che hanno vissuto le frazioni della Contrada Bassani e quella della famiglia di Fumegai.
 
   
Visitando “Oblivion, il borgo fantasma”, potrai conoscere questo luogo dimenticato e avere le ultime notizie sui nuovi progetti direttamente da Laura Chiarina in merito ad una possibile pubblicazione con il materiale della mostra edito da Divinafollia Editrice.