museo civico luigi bailo a treviso
distanziatorea HOME distanziatores DOVE DORMIRE A TREVISO distanziatored RISTORANTI distanziatoref NEWSLETTER distanziatoreg PIANTA DELLA CITTÀ distanziatoreh IMMAGINI DI TREVISO distanziatorej E . V. distanziatorek english version distanziatorel
 
COME ARRIVARE
distanziatoreq
MUSEI DI TREVISO
distanziatorew
EDIFICI STORICI
distanziatoree
MURA E PORTE
distanziatorer
STORIA DI TREVISO
distanziatoret
CHIESE
distanziatorey
UNIVERSITÀ
distanziatoreu
EVENTI A TREVISO
distanziatorei
PESCHERIA
distanziatoreo
HOTELS, ALBERGHI
distanziatorep
ENOTECHE
distanziatorel
NUMERI UTILI
kdistanziatore
jdistanziatore
PARCHEGGI
hdistanziatore
gdistanziatore
distanziatore
IMMAGINI
fdistanziatore
ddistanziatore
sdistanziatore
SEGNALA SITO
adistanziatore
zdistanziatore
xdistanziatore
CONTATTI
cdistanziatore
vdistanziatore
bdistanziatore
DISCLAIMER
ndistanziatore
mdistanziatore
 
 

pdistanziatore  
IL MUSEO CIVICO LUIGI BAILO, Borgo Cavour, 24 - Treviso
 
Il Museo Luigi Bailo, fondato dall’Abate omonimo nel 1879, fu sede del complesso dei musei civici di Treviso fino a qualche anno fa, oggi trasferita al Museo Santa Caterina in piazzetta M. Botter.
Del complesso dei Musei Civici Trevigiani fanno parte pure la Chiesa di Santa Caterina ed il Museo Ca’ da Noal.
 
foto museo civico luigi bailo
distanziatorei

Il Museo sorge accanto all’attuale Biblioteca Comunale, dove originariamente era situato il convento dei Gesuati di San Girolamo prima, nel ’500 e dei Carmelitani Scalzi poi, fine ’600.

L’anno della sua inaugurazione coincise con l’abbattimento della vicina chiesa e con la dismissione del convento dei Carmelitani.

Gli spazi interni del museo si suddividono, a seconda delle opere esposte, in: Sezione Archeologica, Pinacoteca e Galleria Comunale d’Arte Moderna.

 

La Sezione Archeologica del museo occupa buona parte del piano terra ed il chiostro cinquecentesco dove sono esposti vari reperti risalenti ad un periodo di storia che copre l’Età del rame, del bronzo, del ferro e del paleoveneto; nelle sale sono espositi vari utensili quali spade di bronzo, asce, fibule, vasi, ecc. frutto di ritrovamenti sia all’interno delle mura sia esternamente a Treviso lungo il corso del fiume Sile.

Fanno eccezione alcuni manufatti di ceramica e terracotta provenienti dalla Magna Grecia e donati direttamente all’allora direttore del Museo Luigi Bailo.

distanziatoreu immagini asce spade utensili musei treviso
 
La ben fornita Pinacoteca si snoda nelle numerose sale, per lo più al piano superiore, che circondano i due chiostri.
Essa è dotata di alcuni mirabili capolavori, grazie anche a generosi lasciti cui si aggiunsero le opere precedentemente conservate nella Chiesa di San Teonisto (Church of St. Teonisto).
   
immagini musei storia treviso
Chiostro interno
al Museo Bailo
 
pinacoteca museo luigi bailo
Ritratto di Sperone Speroni
di Tiziano Vecellio
(1473 - 1576)
 
quadri medoro coghetto
Medoro Coghetto
Case sul Sile nella Riva di Sant’Andrea
 
La Pinacoteca testimonia lo sviluppo della pittura veneta tra il 1400 ed il 1600 con una considerevole quantità di tele e tavole di artisti non solo di Treviso, ma anche di altre città del Veneto.
 
Tra le opere di maggior interesse artistico spiccano il " Crocefisso " dipinto su tavola da Giovanni da Bologna, diverse raffigurazioni di Madonna con Bambino degli artisti Giovanni Bellini, Jacopo da Valenza e Cima da Conegliano, numerose vedute di Treviso di Medoro Coghetto, tra cui molto suggestivi risultano la Piazza dei Signori ed il Duomo, il " Monaco cassiere " di Lorenzo Lotto e molte altre tele di Paris Bordon , di Tintoretto, di Tiepolo, di Francesco Guardi, di Tiziano Vecellio ed altri.
 
La Galleria di Arte Moderna >>>